Distacco da mamma e papà

Nei primi anni di vita il distacco da mamma e papà è un momento cruciale.

Leggere aiuta i bambini a elaborare questa fase.

Ecco alcuni consigli di lettura per spiegare ai propri figli che mamma e papà si allontaneranno da loro, senza per questo aver smesso di amarli.

 

L'orso Bo non vuole mai separarsi dalla sua mamma. Eppure ormai è grande, e dovrebbe cavarsela da solo... Sarà perché è un fifone o perché le vuole troppo bene?. Una storia sul distacco e la fatica di crescere.

Il distacco dalla mamma sembra una prova impossibile da superare, ma una volta superata,  accresce l’autostima e gradualmente diventa quotidianità.

In questo libro troviamo la paura di rimanere soli, il tema del coraggio e l’attesa del ritorno.

E’ un piccolo albo, con angoli arrotondati, facile da sfogliare. Dalla copertina rigida vediamo il piccolo Bo in una espressione sorridente e serena e con una postura  predisposta verso la sua mamma, anticipando così la storia. Le illustrazioni definiscono i vari stati d’animo, paura o serenità del piccolo protagonista, soprattutto gli occhi vengono disegnati con un tratto essenziale, ma decisamente espressivi.  I colori sono forti e accesi , molto accattivanti.

Età di lettura: dai 3 anni.

Albo illustrato adatto ad attività di lettura adulto/bambino e laboratori didattici.

Tematiche: distacco, coraggio, crescere, ritorno, genitori, paure.

 

Il testo di “Dov’è la mia mamma?”gioca sulla ripetitività delle situazioni e il ritmo della narrazione è enfatizzato dalla rima; il risultato è una lettura scorrevole, piacevole all’ascolto e facilmente memorizzabile dai bambini.

“Ho perso la mamma!” esclama la scimmietta che si è perduta nella foresta.

“Dai, piccolino su con la vita”, disse alla scimmia la farfalla Rita. “Ti aiuto a cercarla. Lei grande quant’è?”

“È grande davvero” rispose la scimmia. “Più grande di me.”

“Più grande di te? Allora è laggiù! Su, vieni, o non la troviamo più!”

Inizia così la ricerca della mamma da parte di una scimmietta tristissima e perplessa e della farfalla Rita. Rita però non ci azzecca proprio: prima accompagna la scimmietta dall’elefante, poi dal serpente, poi dal ragno… E, tra rane, pappagalli e pipistrelli, dopo mille equivoci a spasso per la giungla, questa mamma perduta proprio non si trova. II mistero si svela quando la piccola scimmietta descrive la sua mamma e finalmente dice che lei è “uguale a lui”. Adesso è tutto più chiaro, la farfalla Rita proprio non immaginava che mamma e cucciolo dovessero assomigliarsi e il motivo lo si scoprirà solo alla fine. Un libro per far capire ai bambini che la mamma  torna sempre, anche quando si sentono persi.

Età: dai 2 anni.

Albo illustrato adatto ad attività di lettura adulti/bambini e laboratori didattici.

Tematiche : separazione, crescita, distacco, amicizia.

 

A  volte riusciamo ad apprezzare una condizione, se non quando ci viene a mancare, come accade al protagonista di questa storia… 

Oh-oh! Il Gufetto è caduto dal nido. Dov'è la sua mamma? Niente paura: lo Scoiattolo più tonto del bosco lo aiuterà a ritrovarla, peccato però che non abbia la più pallida idea di come sia fatta una Mamma Gufo! Per fortuna, dopo una strampalata quanto fallimentare caccia alla mamma perduta, i due incontreranno un ranocchio che riuscirà a riportare il piccolo dalla vera Mamma Gufo. 

Gufetto vive tutto il tempo con la sua mamma, ma quando accade un imprevisto questo lo fa sentire solo e impaurito. Grazie all’aiuto e al sostegno degli altri personaggi, l’angoscia dell'abbandono viene stemperata.

Una storia da leggere ai bambini quando affrontano l’inizio di nuove esperienze, quali la scuola, la gita, dormire fuori casa o in vacanza con i nonni. Papà e mamma non ci sono , ma tornano, ma soprattutto ci sono altri adulti o bambini da conoscere, che aiutano a superare le paure.

Non c’è molta scrittura, grazie alla forte comunicabilità delle immagini. Disegni semplici ed essenziali, con colori accesi e decisi.

Le pagine, coloratissime, si alternano ad altre completamente bianche dove solo i protagonisti sono colorati, così da sottolineare il momento della descrizione di mamma Gufo e dei falliti ritrovamenti di lei.

Età di lettura: da 3 anni.

Albo illustrato adatto a letture adulti/bambini e laboratori didattici.

Tematiche: condivisione, distacco, abbandono, paure, cambiamenti.

 

Il momento della separazione con il proprio bambino è una fase di grande ansia, non solo per i bambini, ma anche per i genitori.

Questo libro racconta il momento del distacco tra TopoTip e la sua mamma. Loro trascorrono le giornate sempre insieme, divertendosi tra giochi e raccontare storie. Arriva il momento in cui mamma deve incominciare ad andare a lavorare e il piccolo topo dovrà iniziare ad andare a scuola. TopoTip è triste e pensa "perché la mamma non mi vuole più bene?" Tutte paure comprensibili. 

Inizialmente il piccolo topo, vorrebbe andar via, ma grazie ai compagni e alla maestra, che lo coinvolgono, Topo Tip non ha più timore e il primo giorno di scuola trascorre giocando ai mestieri. Tanto da non accorgersi che è arrivato il momento di riabbracciare la sua mamma. La scuola non è poi così male.

Dopotutto anche il lavoro della sua mamma può rivelarsi pieno di sorprese.

Ci sono aspetti positivi in ogni mestiere è importante, sia quello dei genitori, sia quello dei figli.

Un storia che aiuta i bambini nella fase del distacco con la mamma, senza sentirsi abbandonati.

Mamma anche quando va via, torna sempre dal suo piccolo continuando a divertirsi insieme.

Le illustrazioni di questo albo, rafforzano i vari stati d'animo come la gioia, la tristezza e il conforto, ma soprattutto la serenità che viene trasmessa dalla mamma, nel momento del distacco, che infonde tranquillità al piccolo TopoTip. 

Questo libro aiuta a gestire il fisiologico distacco  tra mamma e bambino, con meno ansie e sensi di colpa. Può essere letto prima della nanna o durante l inserimento dell asilo - scuola materna.

Età di lettura: da 2 anni.

Albo illustrato: attività di lettura adulti/bambini e laboratori didattici.

Tematiche: distacco, crescere, mestieri, amici, scuola.

 

Una storia spassosa e vivace, non solo per bambini ma anche per quelle mamme che fanno fatica a lasciar andare i propri figli verso le prime esperienze di vita.

Con la mamma nei paraggi anche una brutta giornata diventa bellissima... ma il primo pigiama party con le amiche non si scorda mai! Chi terrà compagnia alla mamma ora che la Principessina è diventata grande? 

Una storia ritmata e divertente che tratta il tema del distacco dalla mamma e di altre piccole paure con ironia, grazie alle colorate e allegre illustrazioni. I disegni sono ampi e le espressioni sono simpatiche e per nulla sdolcinate.  

Personaggi e oggetti sono delineati da sottili bordi neri, così come le tavole dai bordi neri sono appoggiate sulle pagine bianche e sotto la scrittura in stampatello.

Età di lettura: da 4 anni.

Albo illustrato adatto alle letture adulti/bambini  e laboratori didattici.

Tematiche: distacco, paure, nuove esperienze, mamma.

 

L’illustrazione in copertina è tenerissima; il nome del protagonista è scritto in grande accanto alla sua immagine, quasi a sovrastare e a svelare, senza sorprese, quali saranno le emozioni messe in gioco nel racconto.

Zeb, appunto, è un cucciolo di zebra in procinto di partire per il campo estivo.

I preparativi lo rendono euforico fino a quando, vedendo la mamma cucire il suo nome sui suoi vestitini, si accorge del pigiamino: prende quindi coscienza che dovrà dormire lontano da casa e soprattutto che dovrà stare senza i bacini del buongiorno e della buonanotte dei suoi genitori.

Mamma e papà però hanno un’idea per rasserenarlo, daranno al cucciolo una “scorta di baci” che potrà utilizzare quando ne sentirà il bisogno: ritagliano tanti foglietti, su ognuno vi stampano due bei baci (quello del papà e quello della mamma, con il rossetto), poi li ripiegano uno ad uno e li mettono dentro ad una scatola di latta delle caramelle.

Quando, in treno, arriva il momento di fare la nanna, Zeb tira fuori un baciocaramella e si sente subito meglio. Succede, però, che un suo piccolo amichetto comincia a piangere. Zeb, per consolarlo, apre la scatola e gli offre un suo baciocaramella e pian piano il piccolo si calma. Ora, però, anche gli altri suoi compagni ne vogliono uno e Zeb dimostra il suo buon cuore distribuendo tutto il prezioso tesoro fino a quando la scatola rimane vuota. Poco importa! Al loro risveglio il viaggio è finito, dai finestrini si vede il mare e tutti i cuccioli non pensano ad altro che correre a giocare. 

Età: prescolare 0-6

Albo illustrato: adatto a laboratori didattici, letture genitori/figli e lettura autonoma

Tematiche: autonomia, sentimenti, paure, amici, distacco.