Giovani Adulti - Love stories

L'innamoramento è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti, di comportamenti e di reazioni emotive verso un'altra persona. La scoperta dell'altro come desiderio e della coppia come singolarità. Ogni storia di innamoramento racconta un cambiamento, una metamorfosi della realtà.

Lo scaffale sul catalogo online

 

I titoli consigliati

 

Hazel e Gus si incontrano per la prima volta ad un gruppo di supporto per ragazzi malati di cancro: lui ha accompagnato l’amico Isaac; lei vi è andata su insistenza della madre, che cerca in tutti i modi di spronarla ad uscire di casa. L’intesa tra i due è immediata: l’attrazione fisica, lo stesso senso dell’umorismo e l’esperienza comune di una vita vissuta tra ospedali e medicinali, anche se per Gus il rischio sembra ormai superato, li avvicinano sempre di più. Ma la vita per una persona malata come Hazel non è facile: dopo un violento attacco e un ricovero in ospedale, Gus decide di regalare alla ragazza il suo Desiderio: un viaggio ad Amsterdam, per incontrare il suo autore preferito e chiedergli che fine fanno i personaggi del suo unico libro dopo la brusca fine dell’opera.

 

Ogni mattina A apre gli occhi, scoprendo in quell’istante quale identità avrà e dove si trova. Non sa perché ciò accade. Possiede una sua energia, pensieri definiti, ma per scelta non interferisce nell’esistenza di chi lo “ospita”. Per questo nessuno ricorda o percepisce le tracce del suo passaggio. Un giorno si sveglia nel corpo di Justin e trascorre molte ore insieme alla sua ragazza, Rhiannon, capendo che lui spesso la ferisce e non la ama davvero. In quel lasso di tempo, A per la prima volta avverte l’impulso di modificare gli atteggiamenti di Justin perché prova per Rhiannon una forte attrazione. Non può e non vuole innamorarsi, ma da quel momento desidera incontrarla ancora ed inizia così a manipolare i comportamenti di chi “abita” per convincerla del suo amore.

Laurel ha quindici anni e si è appena trasferita con i genitori in una nuova città. Scuola nuova, nuovi amici. Una prova difficile, per lei che è così timida. Laurel non ne è ancora cosciente, ma è davvero bella: carnagione chiarissima, capelli biondi, grandi occhi verdi. Piccola esile, mangia solo frutta e verdura, ama molto la natura e al pranzo in mensa preferisce i picnic sull'erba e le passeggiate nei boschi. È proprio la sua diversità rispetto alle altre studentesse del liceo ad attirare subito l'attenzione di David, bello, dolce e sensibile che l'aiuta a socializzare nel nuovo ambiente. È evidente a tutti che ha un debole per Laurel, anche se lei sembra considerarlo solo un amico. Finché a Laurel non succede qualcosa di inspiegabile che la terrorizza e David, per confortarla, la bacia. Per svelare il mistero di ciò che le sta accadendo, Laurel sente di dover tornare nella sua vecchia casa, nella cittadina dove ha vissuto per dodici anni. Là, immersa nella quiete del bosco che sempre la rassicurava, fa uno strano incontro: da dietro un albero sbuca un bellissimo ragazzo i cui magnetici occhi color smeraldo esercitano su di lei una sorta di malia tanto irresistibile quanto enigmatica. Tamani, così si presenta, sembra conoscerla da sempre, sa di lei cose che Laurel stessa ignora, e le rivela una verità sconvolgente. Da quel momento Laurel si troverà sospesa tra due mondi e divisa tra due ragazzi ugualmente affascinanti che la attraggono in direzioni opposte. A chi consegnerà il suo cuore? 

Clay torna da scuola e fuori dalla porta trova ad aspettarlo una pessima sorpresa: sette audiocassette numerate con dello smalto blu. Ascoltandole, scopre che a registrarle è stata Hannah, la ragazza per cui si è preso una cotta. La stessa ragazza che si è suicidata due settimane prima. Quelle cassette sono il suo modo per avere l'ultima parola sulle vicende che, secondo lei, l'hanno portata alla morte: facendole scorrere, Clay scopre che il destinatario del pacchetto deve ascoltarle e poi passarle al successivo di una lista. Nelle cassette, 13 storie: ognuna legata a una persona che ha dato ad Hannah una ragione per togliersi la vita. Seppur sconvolto, non può resistere alla tentazione di esplorare a fondo la storia che lo riguarda e, guidato dalla voce di lei, visiterà i luoghi che lei vuole mostrargli, finché non gli rimarrà altro da ascoltare...

 Chris e Maia si incontrano una prima volta dopo un quasi incidente (il che non si può certo definire un buon inizio) e anche la seconda non è proprio un granché. Ma abitando per tutta l'estate uno accanto all'altra, quasi inevitabilmente finiscono per frequentarsi e, giorno dopo giorno, imparano a conoscersi, diventando via via più intimi. Eppure non riescono a dirsi davvero tutto. Le loro storie, infatti, sono di quelle difficili da raccontare. Chris è stanco di sentirsi sbagliato perché gli altri non riescono a incasellarlo. Ha solo voglia di affermare una volta per tutte la propria identità e di non sentirsi più un estraneo nel suo corpo, per rendere finalmente la sua vita più simile non a come vuole apparire ma a come desidera essere. Dal canto suo, Maia sta ancora cercando di superare il dolore per la perdita della sorella e sembra incapace di trovare il suo posto in un mondo in cui lei non c'è più. Innamorarsi, insomma, è l'ultimo dei loro pensieri. Ma come possono ignorare l'euforia che sentono nel petto quando sono vicini? E poi, sarebbe davvero così terribile lasciarsi andare? In fondo, l'amore, a differenza delle persone, non giudica mai. L'amore non fa distinzione di sesso, colore o età. Perché prima di tutto è l'incontro di due anime che, riconoscendosi, iniziano a danzare insieme. Qualcosa che, come nient'altro al mondo, può farti toccare il cielo con un dito. 

Moon ha diciannove anni, un animo ingenuo e uno sguardo incantato sul mondo. Ha scelto di vivere per la strada perché vuole essere se stessa, libera - diversamente dalla gente che osserva passarle accanto - e addormentarsi la sera su un suo cartone privato da cui può vedere la luna, tra un lampione e la bottega di una fiorista. La chiamano "la piccola venditrice di sorrisi" ed è così che si guadagna quel minimo che le serve per campare. Sì, perché a lei e all'inseparabile cagnolina Comète basta poco; il calore, nelle gelide nottate dell'inverno cittadino, glielo regalano i suoi amici senzatetto, Suzie e Michou con il loro carrello del super, i punk migratori con le creste colorate, e Fidji, il suo grande amore, "bello come un angelo della notte". È per lui che Moon inizia a scrivere un romanzo, su un quaderno sgraffignato in edicola. E poi c'è Slam, appena uscito di prigione, avaro di parole ma con un cuore immenso. Slam che ama tutto quel che Moon mette sulla carta e che ha una certezza: un giorno, lei ce la farà a prendersi la luna. 

 

Anna ha i capelli rosa, il volto coperto dai piercing e un dolore grande che solo l'amore potrà cancellare. Anna ha diciassette anni e, di fronte all'apatia e alla depressione in cui sono sprofondati i suoi genitori alla morte della sorella maggiore, reagisce solo con la rabbia. Verso di sé, verso i suoi, verso la sorella morta: ne sente la mancanza, vorrebbe non dimenticarla mai, nutrire il ricordo di lei con il suo dolore e nello stesso tempo vorrebbe ricominciare a vivere. Riuscirà a farlo tra i palazzi antichi di Belmonte, cittadina della Pianura Padana, dove deve ricominciare tutto da capo. Qui conosce l'amore: quello tra Ete e Paolo, quello gratuito di Silvia, quello di Marco e riscopre quello dei suoi genitori. Qui impara che il passato non si cambia e che non è una colpa lasciare che il dolore si plachi per tentare di essere felici.

 

Di amare non si decide, accade. Così Francesca, sedici anni, con il cuore in subbuglio per un semplice "ciao" su Facebook, scoprirà la bellezza di un grande amore: il primo bacio, la prima volta, le emozioni che non avresti mai immaginato di provare... Tra desiderio e paure, lentamente scriverà la sua fiaba, diversa da tutte le altre: nessun principe azzurro, ma una principessa che si chiama Giulia, con cui crescere e lottare per una felicità possibile.

È un sabato mattina quando gli esperti comunicano al mondo la notizia: la Terra ha iniziato a girare più lentamente. I giorni e le notti si allungano, prima di pochi minuti, poi di ore. Nessuno sa perché, nessuno sa come comportarsi. E nessuno intuisce quale catastrofe si sta preparando dietro questo inspiegabile mutamento. Julia è appena una ragazzina quando questo succede. Intorno a lei tutto cambia rapidamente: le leggi della gravità non sono più le stesse, gli uccelli smettono di volare, le balene spiaggiano, bruciano i raccolti. Compare una nuova malattia chiamata "sindrome da rallentamento". Ma alla catastrofe che sta colpendo il pianeta si aggiungono in lei i turbamenti dell'adolescenza. Mentre il mondo impaurito si divide tra coloro che continuano a seguire l'ora dell'orologio e quelli che si regolano con la luce del sole, Julia cerca la sua strada, il suo futuro, se stessa, vuole la sua vita, nonostante tutto: nonostante la migliore amica che decide di non vederla più, nonostante le crepe nel matrimonio dei genitori, nonostante la solitudine, e il primo amore. 

 

Lake arriva in Michigan dopo la morte del padre, rassegnata ad affrontare un nuovo, faticoso inizio. La risalita appare all'improvviso dolce grazie a Will, il vicino di casa, a sua volta costretto dalla vita a crescere in fretta.L'intesa è immediata, ma il primo giorno nella nuova scuola Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori - giovanissimo, ma dall'altra parte della barricata. Altrettanto impossibile allontanarsi, dimenticarsi, rinunciare: e così Lake e Will si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam - una gara di versi - per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi.Alla fine è qualcosa di molto semplice, di essenziale: tutto ciò che sappiamo dell'amore è che l'amore è tutto, come ha scritto Emily Dickinson a nome di tutti noi.

 

Le vite di Alice e Jaime, , quindicenni iscritti a un liceo classico milanese, non potrebbero essere più diverse. Alice vive in centro, in una bella casa con una madre intellettuale e troppo concentrata su se stessa per costruire un rapporto d’amore con la figlia.
A Jaime l’amore di sua madre è mancato per tanti anni, ma ora che lei ha un permesso di soggiorno e un lavoro, ha potuto raggiungerla nel quartiere di periferia dove condividono un minuscolo appartamento.
Quando Alice e Jaime si innamorano, nessuno sembra disposto ad accettarlo. Ma la loro storia è più forte degli ostacoli, più tenace dei pregiudizi.
Una storia di sentimenti e di integrazione, una coraggiosa battaglia quotidiana fondata sul valore del dialogo e del confronto.

 

Dopo cinque anni di amore travolgente, Adam e Louise si lasciano. È una separazione dolorosa e straziante che porta Louise a trasferirsi a Montréal, in Canada, mentre Adam rimane a Parigi. Lontani migliaia di chilometri, e separati da un oceano, i due cominciano una corrispondenza volenterosamente improntata all’amicizia in quanto logica e saggia fine di un grande amore. Così si raccontano la nuova vita che stanno facendo, le nuove amicizie e soprattutto i nuovi amori, con quella confidenza intima e speciale che cinque anni di appassionata convivenza hanno conferito loro. Ma il gioco nasconde una trappola. È davvero possibile diventare amici di una persona con cui si è condivisa l’esperienza di un amore profondo, oppure passione e amicizia sono condannati a restare due mondi incompatibili? Il finale a sorpresa rivelerà che tra due strade divergenti spesso quella giusta è la terza.

Georgia è una ragazzina come tante: la scuola, gli amici, un lavoretto part-time, un poster con il suo idolo appeso in camera, una mamma che cerca di fare del suo meglio ma niente papà, qualche problema di peso. Certi giorni si sente una persona brillante e creativa, altri una ragazzina triste e sola, con il sedere troppo grosso. Gioie e dolori quotidiani raccontati in prima persona da un'adolescente che sa anche ridere di sé.

 

Lui vede Anka sull’autobus e ne resta folgorato. Dopo averla osservata per qualche tempo i due fanno conoscenza, parlano di tutto e scoprono di avere un’intesa perfetta. Cominciano a frequentarsi come amici finché una sera, rimasti soli in casa, scocca tra di loro la scintilla. Lui, da sempre innamorato di Anka, è al settimo cielo. Le vacanze estive sono però vicine e con esse la partenza per gli Usa che Lui ha da tempo programmato. E’ disperato, si sente così innamorato da non potere sopportare la lontananza da Anka, anche se si tratta di un solo mese. Mentre è in America non fa che pensare a lei e le scrive tantissime lettere piene di nostalgia. Appena rientra si precipita a casa di Anka, ma è in anticipo di un giorno e lei non lo aspettava.

 

Chi non si è innamorato del compagno o della compagna di classe? Succede anche a Viola. Ma al posto di fare la smorfiosa, scherzare con le compagne, fare la scema, insomma, Viola passa all'azione. Scrive a Michele, l'oggetto dell'innamoramento. Gli da delle tracce, lo incuriosisce, gli parla di sé e fa parlare lui. A poco a poco, dal loro scambio di biglietti, nasce un interesse, un'amicizia affettuosa, la voglia di conoscersi sempre più.

 

Ida torna nell’arcipelago di St. Haude alla ricerca di un uomo che può aiutarla a capire cosa le sta succedendo: poco alla volta si sta trasformando in una statua di vetro. Sull’isola incontra Midas che come sempre è in giro con la sua macchina fotografica. I due s’innamorano, ma la loro è una gara contro il tempo che inesorabilmente rende la ragazza sempre più fragile e indifesa.

 

Yuko è un’ adolescente dotata di particolare sensibilità. Ha con la madre un rapporto di grande confidenza e complicità, mentre il padre trascorre lunghi periodi all’estero per lavoro. Yuko ne sente molto la mancanza e ciò crea in lei sentimenti ambivalenti. Frequentando un corso di disegno Yuko conosce Kyu, maestro giovane e affascinante, e subito prova per lui una profonda attrazione. Kyu inizialmente rifiuta di incontrare Yuko al di fuori della scuola, ma quando lei decide di lasciare il corso i due iniziano a frequentarsi con assiduità. Li accomuna la stessa visione poetica dell’esistenza e un certa inclinazione ad indagare i moti dell’anima. L’amicizia a poco a poco si trasforma in un nuovo sentimento fatto soprattutto di garbo e grande tenerezza.

 

“Wish House”, la Casa dei Desideri, è abbandonata da tempo e Richard, con il suo amico David che ritrova ogni anno in vacanza, si è sempre divertito ad esplorarla. Quest’anno però sembrano esserci due grandi novità. La prima è che David è cresciuto, lavora nei campi con il padre e non ha molto in comune con Richard, nè tanto meno tempo da dedicargli.
La seconda è che Wish House non è più abbandonata: sono tornati i proprietari, la strana famiglia Dalton. Durante una visita alla casa Richard la trova inaspettatamente abitata e fa conoscenza con i membri della famiglia. Si innamora all’istante di Clio, la figlia minore, e questa attrazione sfocia ben presto in una intensa e passionale storia, fatta di giorni e notti indimenticabili, in cui Richard scopre l’amore, il desiderio, il sesso, la gelosia, finché un doloroso segreto viene allo scoperto.

 

Henry e Rachel sono amici da una vita, l’uno conosce tutto dell’altra e lei è perdutamente (e segretamente) innamorata del suo migliore amico… che però stravede per Amy, loro compagna di scuola. Le vicissitudini della vita portano la ragazza a dover cambiare città, prima di partire però dichiara il suo amore infilando una lettera nel libro preferito di Henry, che gestisce con il padre e la sorella una libreria antiquaria. Alla lettera, il ragazzo non risponde. Per tre anni i due non si vedono, ma un giorno, all’improvviso, Rachel torna. All’amico non racconta tutto ciò che le è successo durante la loro lontananza, fatti tragici che le hanno cambiato la vita, ma pian piano i due tornano ad essere affiatati come un tempo, anche perché lavorano fianco a fianco nella libreria. Qui, in una sezione speciale chiamata “la Biblioteca delle lettere”, si possono leggere i libri e le note a margine lasciate dai lettori, attraverso le quali i due entrano in contatto con le vite di altri giovani.

Tre ragazze diversissime e le loro storie che s’intrecciano con quelle di un frutteto sull’orlo della rovina, che presto dovrà essere venduto. In mezzo alle pesche, che vanno difese da mille nemici, come i temporali, il gelo e il progresso, il legame tra le tre ragazze, nato in modo casuale e disseminato di scontri furiosi, si trasformerà in un’amicizia “per sempre”.

 

La Birch Street High è una scuola le cui regole sono piuttosto rigide soprattutto in materia di abbigliamento. Gli studenti non possono vestire come desiderano ma devono indossare la divisa della scuola e ogni infrazione è severamente punita. Un giorno nella classe di Rosie si presenta Asher, un ragazzo nuovo, vestito con una maglietta nera e un paio di jeans, e con delle lunghe trecce rasta. Nel giro di pochi giorni Asher dimostra di avere una sua personalità ed è chiaro che non ha nessuna intenzione di mescolarsi a tutti gli altri studenti rinunciando a se stesso. Ben presto Asher diventa il capro espiatorio di ogni evento spiacevole che si verifica all’interno della scuola fino a quando confida a Rosie il suo piano: andarsene da quel posto.

Poteva andare in mille altri modi. Se non avesse aspettato l'ultimo momento per provarsi il vestito. Se non avesse dimenticato il libro. E se avesse corso un po' più in fretta per raggiungere il gate... Forse sarebbe arrivata in tempo. Hadley non riesce a credere di aver perso il volo che avrebbe dovuto portarla a Londra, al matrimonio di suo padre. Per soli quattro minuti! Che cosa sono quattro minuti? Il tempo di un'interruzione pubblicitaria, di una pausa tra una lezione e l'altra, della cottura di un piatto nel microonde. Eppure è bastato quel piccolo, imprevedibile ritardo per mandare tutto all'aria. E ora eccola lì, costretta ad aspettare il volo successivo, davanti a un check-in deserto, con la valigia in mano e un groppo in gola. Ma, proprio in quel momento, i suoi occhi incontrano quelli di Oliver, il ragazzo più bello che abbia mai visto. Un sorriso, qualche battuta e Hadley scopre di essere seduta accanto a lui in aereo. È timida, ma inspiegabilmente trova naturale confidarsi, come se lo conoscesse da sempre. Gli parla di suo padre, quel padre assente e distante che ora sta per sposare una donna che lei non ha mai avuto il piacere - o il dispiacere - di incontrare. Oliver, invece, è ironico e vagamente misterioso, e per qualche ora riesce a distrarla dai pensieri che le affollano la mente. E a farla innamorare. Quando l'aereo atterra, si scambiano un bacio appassionato subito prima di perdersi nella folla del ritiro bagagli.

 

Argomento